Basket Serie B. Il derby alla Gimar Lecco, prima vittoria esterna per i blucelesti

Inizio a sorpresa per i due coach. Paternoster promuove Luca Rattalino in quintetto al posto di Brunetti, Meneguzzo sceglie Danilo Errera e non Cusinato per sostituire l’acciaccato Marco Tagliabue – in panchina – col doppio play Marinò-De Bettin e Bartoli in panchina.

L’inizio di gara vede i tiratori con le mani piuttosto fredde. Olginate trova il primo canestro dopo oltre tre minuti di gioco (4-3), mentre Lecco prova a sfruttare il mismatch con Cacace in ala piccola. A metà primo quarto coach Paternoster si gioca la carta Roberto Marinello – fuori Cacace – adeguandosi al quintetto piccolo di Meneguzzo, ed è proprio il play napoletano a firmare il sorpasso bluceleste (6-7). Il Lecco prova a scappare via con le triple di Mattia Molteni e Marinello (13-15), autore di sette punti in un amen.

A inizio secondo quarto (15-17) Meneguzzoinserisce Tagliabue ed è subito il lungo brianzolo ad armare la mano per il canestro del pareggio di Lorenzo Bartoli (17-17). Il prodotto dell’AJ si accende – sette punti in altrettanti minuti – e tiene sulle spalle tutto il peso dell’attacco olginatese. Per tutta la seconda frazione nessuna delle due squadre riesce a prendere in mano la partita e alla fine sarà il canestro di Alessandro Marra a fissare il 34-32 con cui Olginate e Lecco andranno negli spogliatoi.

Nella ripresa coach Paternoster rivoluzione il quintetto iniziale inserendo Marinello e Brunetti al posto di Teghini e Rattalino. Dopo un minuto e mezzo coach Meneguzzo ha il primo problema della partita, col quarto fallo di Errera. Un break di cinque punti consecutivi consente alla Gimar di rimettere il naso avanti (36-37), ma entrambe le squadre fanno fatica a trovare il fondo della retina con continuità. La prima vera fuga la provano i blucelesti con la tripla di Micheal Teghini seguita da quella di Brunetti (39-47). Il parziale di dieci punti consecutivi lecchese viene interrotto da un ingenuo fallo intenzionale di Cacace. I due liberi di De Bettin permettono alla Gordon di mettere i punti nel cesto, anche se il Lecco chiude comunque il terzo quarto con sette lunghezze di vantaggio (42-49).

Coach Meneguzzo rischia il tutto per tutto con un quintetto senza lunghi, sorprendendo gli avversari, ma la Gordon non segna sostanzialmente mai da oltre l’arco. La tripla di Federico Di Prampero riporta la Gimar a sfiorare la doppia cifra di vantaggio, approfittando della siccità offensiva dei padroni di casa, prima che il canestro da tre di Brunetti fissi il nuovo massimo vantaggio (48-57) a meno di cinque minuti dalla fine della partita. La Gordon non ne ha più e la Gimar difende il vantaggio, chiudendo con una meritata vittoria per 55-66.

GORDON OLGINATE – GIMAR LECCO 55-66
PARZIALI: 15-17, 34-32, 42-49, 55-66. 
OLGINATE: Stolic n.e, Bugatti n.e, Errera 1, Tagliabue, Masocco n.e, Marinò 12, Bartoli 10, Marra 11, Caversazio 7, Carella 4, Cusinato, De Bettin 10. All. Meneguzzo.
LECCO: Marinello 14, Favalessa n.e, Teghini 16, Galasso n.e, Caceres 8, Molteni 5, Chinellato 4, Brunetti 8, Cacace 2, Ratti n.e, Rattalino 2, Di Prampero 7. All. Paternoster.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *