VIRTUS KO, VENEZIA LA SECONDA SEMIFINALISTA

Al Forum di Assago arriva una brutta delusione per i bianconeri apparsi sottotono, con Teodosic ingabbiato da Venezia e Djordjevic che non riesce a trovare il bandolo di una matassa troppo intrigata. Manca Pajola (e Nikolic), c’è Belinelli a referto ma solo ad onor di firma, Aleksandar Djordjevic si affida così ad un quintetto classico con Markovic, Teodosic, Weems, Ricci Gamble.

Partenza rallentata della Virtus, e a razzo di Venezia, con i lagunari di De Raffaele che volano subito avanti 2-9 al 3’. Djordjevic, complice il secondo fallo in pochi minuti di Ricci prova ad abbassare il quintetto schierando Abass e spostando Weems, ma le Vu Nere continua a faticare, e non poco, sulla pressione difensiva di Venezia. Al 6’ veneti avanti 6-15. La Virtus prova a ricucire riportandosi a -4 grazie ad un 7-2 parziale per il 13-17.

Venezia con Bramos e Tonut continua a mantenere le redini della sfida, la Virtus invece fatica, rimane agganciata con le unghie e con i denti, sfruttando nella seconda frazione di gioco la vena realizzativa di Markovic. Il canestro di Hunter riporta i bianconeri a -3 sul 32-35 al 17’, margine che rimane invariato fino al 20’. All’intervallo Virtus sotto 38-41.

Alla ripresa del gioco Bramos lancia Venezia al primo vantaggio in doppia cifra, sul 43-53 al 22’. Djordjevic abbassa il quintetto con Weems schierato da 4 e ottiene buone risposte: Adams bersaglia da fuori, Hunter si conferma fattore sottocanestro e così i bianconeri si riportano a -1, sul 61-62 al 29’, ma al 30’ Venezia sempre avanti 61-65 sulla tripla a fil di sirena di Daye.

Ad inizio di ultimo quarto arriva il colpo del ko: Bramos è immarcabile e Venezia vola al massimo vantaggio sul 61-72. Teodosic è croce e delizia dei bianconeri segna 5 punti e prova a dare la scossa, ma poi si becca un tecnico e continua a sbagliare troppo.

La Reyer è invece un meccanismo quasi perfetto, allunga e la Virtus precipita a -13, 66-79 al 34’ e poi anche a -14 sul 71-85 al 37′.

Ricci, Weems e Teodosic infilano 3 triple in fila che rianimano la Virtus. A 1’30” dalla fine bianconeri a -5, sull’80-85, ma è troppo tardi Venezia vince con merito e vola in semifinale.

Il tabellino

VIRTUS BOLOGNA 82
REYER VENEZIA 89
VIRTUS BOLOGNA: Markovic 10, Teodosic 15, Weems 14, Ricci 11, Gamble 5; Abass 2, Hunter 14, Tessitori 2, Adams 9, Alibegovic, Belinelli ne, Deri ne. All Djordjevic.
REYER VENEZIA: Denicolao 10, Tonut 22, Bramos 23, Stone, Watt 12; Chappell, Mazzola 5, Daye 9, Clark 8; Casarin ne, Campogrande ne, Cerella ne. All. De Raffaele.
Arbitri: Sahin, Lo Guzzo, Giovannetti.
Note: parziali 16-23, 38-41,
Tiri da due: Virtus 19/35; Venezia 21/35. Tiri da tre: 11/33; 11/30. Tiri liberi: 11/15; 14/19. Rimbalzi: 37; 46.